Creta in lungo e in largo

Il palazzo di knosso con i suoi miti e le sue leggende, Hanià  con il fascino esotico che contraddistingue tutte le città con un patrimonio storico e culturale a metà tra Oriente ed Occidente, l’Altopiano di Lassithi con un paesaggio incantevole sorvegliato da innumerevoli mulini a vento ed il mare azzurroverde classico delle isole greche. Questa è Creta, o almeno una parte, ed il modo migliore per scoprirla in lungo e in largo, è l’auto. Un susseguirsi di villaggi, lontani dai flussi turistici, dove è possibile fermarsi, entrare in un bar e con la scusa di chiedere delle informazioni, parlare con la gente del posto, anche a gesti. Assaporare i sorrisi cordiali dei cretesi e gli sguardi strani delle vecchiette che vendono il rosmarino. Godersi la brezza della montagna, scendere giù fino al mare per passeggiare lungo le spiagge di sabbia finissima e lungo il tragitto fermarsi per fotografare un panorama e restare storditi dal profumo di finocchio e basilico. Creta è piena dei colori e dei sapori del Mediterraneo con 300 giorni di sole all’anno ed attraversarla in auto è un’esperienza eccezionale.

Logo di Racconta il tuo viaggio in collaborazione con Touring ClubHertz
Questo post partecipa al concorso “Racconta il tuo viaggio”.
Il tuo viaggio con Hertz e Touring, gli specialisti della vacanza a tua disposizione su www.hertz.it e www.touringclub.it dove noleggiare auto per migliaia di destinazioni.
oppure
Scopri i premi

Creta: Hanià la romantica

Hanià (o Chanià) conserva il fascino esotico che contraddistingue tutte le città con un patrimonio storico e culturale a metà tra Oriente ed Occidente. Il Mercato coperto è la sintesi di tutti gli odori e i rumori di secoli di dominazione ottomana e veneziana. I vicoli della città vecchia hanno i colori ed il fascino ereditati della Repubblica Marinara ed un’atmosfera eccentrica tipica dei palazzi turchi. La suggestiva Sinagoga, poi, è tra i cento monumenti ebraici più importanti al mondo.

Anche se la quantità di ristoranti e bar che formano una particolare U lungo la banchina del porto la rendono incresciosamente turistica, Hanià è comunque molto attraente e romantica, e ci si lascia sedurre volentieri, come si fa con una bella donna alla quale si perdona l’eccessivo trucco.

Santorini

Potete aggrapparvi ad un mulo ed arrampicarvi per una salita affascinante e particolarmente avventurosa, o potete usare la più moderna funicolare. In cima vi attende comunque uno scenario incredibile. La particolare forma a ferro di cavallo, dovuta ad una devastante eruzione in epoca antichissima, rendono il panorama di Santorini unico ed indimenticabile. Un anfiteatro di case bianche, macchiate di azzurro ed incastrate sulle rocce rosse e nere di quel che resta del vulcano, con  vista a strapiombo sul mare turchese della Grecia: emozionante. Una ragnatela di stradine vi guiderà alla scoperta della più suggestiva delle isole Cicladi.