Colpo di Stato alle Maldive

Agenzia Reuters: “Il presidente uscente delle Maldive, Mohamed Nasheed, ha detto oggi di essere stato costretto alle dimissioni, ieri, sotto la minaccia delle armi, e le sue parole hanno innescato proteste e scontri di piazza tra polizia e manifestanti…Le forze dell’ordine hanno cercato di far cessare le proteste con lanci di lacrimogeni e cariche”.

Un colpo di stato alle Maldive? Nel luogo dove “ogni attimo è magico e la tentazione è quella di non voler tornare alla realtà”. Dove “la sensazione di camminare sull’acqua è reale e la certezza di essere in un luogo idilliaco è penetrante”. Dove “dalla calma bellezza dell’alba, allo spettacolo del tramonto, il silenzio è accompagnato dal rumore del mare”. Un colpo di stato? Non ci si crede!

Io preferisco ricordarle così:

Maldive, nulla più.

La sensazione di camminare sull’acqua è reale e la certezza di essere in un luogo idilliaco è penetrante. Ogni attimo è magico e la tentazione è quella di non voler tornare alla realtà: vorreste che il sogno non avesse mai fine. Da foto e video potrete vederne i panorami, assaggiarne i colori ed entusiasmarvi per l’acqua cristallina, ma non potrete respirarne l’aria, non potrete avvertire il senso di stordimento per essere in un posto magico: le MALDIVE.  Più di mille isole intrappolate in un mare turchese, abitate da un popolo cordiale e sorridente, dove il tempo è scandito dai ritmi tranquilli della natura. Dalla calma bellezza dell’alba, allo spettacolo del tramonto, il silenzio è accompagnato dal rumore del mare e dai suoi abitanti sotto, sopra e tutto intorno: si, è davvero il paradiso e non può più attendere. Buona visione

Salviamo le Maldive

Le Maldive sono in pericolo! E’ di qualche giorno fa l’iniziativa del governo maldiviano di tenere una riunione del Consiglio dei Ministri sott’acqua (guarda il video) per sensibilizzare l’opinione pubblica mondiale sul surriscaldamento globale e sulle conseguenze che questo può avere sull’arcipelago dell’oceano  indiano. Ormai i media non se ne occupano più, ma il problema è serio. Sono 20 le isole che i maldiviani hanno abbandonato negli ultimi anni perchè erose dal mare.  Il riscaldamento del pianeta, oltre a rendere più caldo l’oceano, ne aumenta l’acidità. Questo danneggia i coralli che non riescono più a proteggere le isole contro l’ aumento del livello dei mari altra causa della nostra sciagurata guerra contro l’ambiente. Se c’è il paradiso in terra è alle Maldive e dobbiamo difenderlo.